Qual’è il miglior caricatore USB? – Guida all’acquisto

Se il caricatore USB originale del tuo smartphone o tablet si è rotto o l’hai perso, sempre puoi comprare lo stesso da qualche parte. Ma se ancora hai tutti i caricatori originali dei tuoi dispositivi, puoi considerare anche l’opzione di cercare un nuovo caricabatterie che possa permettere di ricaricare qualsiasi dispositivo più rapidamente, vari dispositivi allo stesso tempo o entrambi opzioni alla volta!

Puoi inoltre guardare le nostre altre guide all’acquisto:

Ti consigliamo anche di guardare:

Dovresti acquistare un caricatore USB? Conosci i vantaggi

Se sei soddisfatto con il tuo caricatore USB attuale, non ce n’è il bisogno di acquistare un’altro caricabatterie. Ma, se ti piace ricaricare vari dispositivi in una sola presa o ridurre il tempo di ricarica, acquistare un nuovo caricatore può essere un buon investimento, parlando anche economicamente. Conosciamo i loro pregi:

Molteplici porte USB
Guadagna spazio
Caricatore universale
Più velocità di ricarica

Cos’è un caricabatterie rapido?

Prima di commentare le caratteristiche di un caricatore USB, ci piacerebbe spiegare un pò la definizione di “caricabatterie rapido”. Molti utenti si lamentano di voler un caricatore che sia capace di ricaricare più velocemente il loro smartphone. Questo si deve al fatto che non usano il caricabatterie più adeguato a seconda del dispositivo:

Il tempo di ricarica dei nostri dispositivi dipenderà del caricatore usato e della corrente che questo sia capace di fornire. Cioè, se il tuo smartphone supporta una ricarica fino a 2A e usi un caricatore di 1A, ci vorrà più tempo per ricaricarsi rispetto ad usare un caricabatterie capace di fornire quella quantità di corrente.

Grazie a questo esempio lo potrai capire più facilmente, proviamo a ricaricare un power bank di 20000 mAh di capacità con un caricabatterie di 1A:

Nell’immagine possiamo vedere le caratteristiche del power bank, dotato di una porta Micro-USB che ammette fino a 2A, cioè per ricaricarsi nel minor tempo possibile (10 ore come minimo) avremmo bisogno di un caricatore USB che sia capace di fornire quella quantità di corrente, ad esempio, un caricatore di 2A o 2,4A.

Non sarebbe conveniente invece, ricaricarlo con un caricabatterie di 1A, se non vuoi aspettare tutto il giorno fino a che si ricarichi completamente.

La maggior parte dei caricabatterie attuali hanno un’uscita di 2A o 2,4A e perciò vi consigliamo sempre di avere un caricatore con minimo 2A. Può succedere che il tuo dispositivo si ricarichi con una corrente minore come 0,5A o 1A, ma non preoccuparti, puoi usare il caricatore senza problemi, non rovinerà il tuo dispositivo.

Caratteristiche ad avere in considerazione in un caricatore USB

Quando vorrai acquistare un caricatore USB nuovo, dovrai prendere in considerazione i seguenti aspetti, ognuno avrà maggior o minor importanza a seconda dell’interesse dell’uso:

Numero di porte

Esistono caricatori da una porta fino a quelli di 6 prese. Pensa un pò, quanti dispositivi hai da ricaricare e/o quanti userai con quel caricatore? In genere, gli utenti preferiscono quelli di 2 o 3 porte per un uso personale, ma se fai un uso in comune, ti consigliamo di scegliere quelli con un maggior numero di porte.

Caricatore Aukey con 6 porte USB

Potenza del caricabatterie (W)

Molti brand indicano la potenza massima che è capace di fornire il caricatore quando si ricaricano vari dispositivi in simultaneo. Se la tua idea è quella di usare il caricatore frequentemente per ricaricare allo stesso tempo vari dispositivi ti consigliamo di scegliere uno di elevata potenza.

In questo modo, ogni porta del caricatore potrà fornire la potenza necessaria per ogni dispositivo connesso e così ricaricarsi tutti il prima possibile.

Caricabatterie con ricarica intelligente

Un’altra caratteristica interessante è quella di sapere se il caricatore ha la funzione di ricarica intelligente. Il funzionamento è così: mentre ricarichiamo vari dispositivi in simultanea, il caricabatterie legge ogni dispositivo connesso e fornisce sia la potenza massima che ammette il dispositivo che la massima capace di fornire quella porta.

Caricatore con ricarica intelligente (a sinistra) vs caricatore senza ricarica intelligente (destra)

Nell’immagine, a destra, potrete vedere il caricabatterie Ugreen senza ricarica intelligente. Questo caricatore ha 4 porte output USB, una di quelle (verde) ha ricarica rapida Quick Charge 3.0 e le altre 3 un’uscita fissa di 2,4A e 1A rispettivamente; nel proprio caricatore è indicato in ogni porta di uscita (5V/2,4A o 5V/1A) per collegare il dispositivo adatto ad ognuna.

Ad esempio, nella spiegazione di cos’era un caricabatterie rapido, dovremmo collegare il power bank di 20000 mAh nella porta di 2,4A per una ricarica più veloce.

Dall’altra parte dell’immagine, a sinistra, abbiamo un caricatore RAVPower con 3 porte di ricarica intelligente, chiamate “iSmart” ed uno con Quick Charge 3.0. In questo caso, non sarebbe importante dove collegare il power bank, perchè tutte le porte hanno un uscita di 5V/2,4A, che forniscono la potenza necessaria (fino a un massimo di 2,4A) a seconda del dispositivo collegato.

Nostro consiglio = scegli sempre un caricabatterie con ricarica intelligente.

Caricatore con ricarica rapida e USB C

Se gli smartphone hanno la tecnologia di ricarica rapida di Qualcomm e/o USB C, c’è bisogno che i caricabatterie abbiano queste caratteristiche? E infatti si, molti brand hanno incluso nei suoi caricatori una o varie porte Quick Charge e USB C. Alcuni hanno anche scommesso direttamente per caricatori con queste nuove tecnologie di ricarica.

Nel caso della ricarica rapida, queste porte si distinguono grazie ad avere un colore diverso (verde, arancione, azzurro…) dalle altre.

Caricatore con ricarica rapida QC3.0

Anche se il prezzo aumenta, il nostro consiglio è che devi scegliere un caricatore che abbia almeno una porta con ricarica rapida e con l’ultima versione, cioè, Quick Charge 3.0, che sarà sempre compatibile con versioni anteriori. Per esempio, se il tuo smartphone funziona con Quick Charge 2.0, al collegarlo alla porta QC3.0, il caricabatterie ricaricherà il tuo smartphone con tecnologia QC2.0.

Ma, se non hai un dispositivo con tecnologia Quick Charge, non c’è problema! Potrai usarlo come una semplice porta USB 2.0.

Migliori caricatori USB (gennaio 2018) 🚩

Conoscendo già le caratteristiche principali che dovrete avere in considerazione quando vorrete scegliere un caricatore per i vostri dispositivi, vi consigliamo ora i nostri modelli candidati del mese, sempre avendo presente le caratteristiche dette. Certamente, in questo settore Aukey è la regina e, per questo, abbiamo voluto raccogliere i caricabatterie che spiccano tra la folla:

Lascia un commento