Migliori caricabatterie wireless per iPhone e Android – Guida all’acquisto

Nel mondo della tecnología mobile, ci sono delle innovazioni che si impongo velocemente, come per esempio gli schermi senza bordi. Alcune ci mettono di più e hanno bisogno di svilupparsi molto come nel caso della ricarica wireless e, insieme a questo, l’irruzione nel mercato dei caricabatterie wireless.

Anche se la ricarica wireless è una tecnologia disponibile da vari anni, sembra che il 2018 sarà l’anno per introdursi nel mondo della tecnologia mobile, infatti, tutti i big la stanno inserendo nei suoi smartphone. Pure Apple, che ha appena presentato l’iPhone X, 8 e 8 Plus compatibili con questa tecnologia.

Prima di analizzare quali sono i migliori caricabatterie wireless consigliati per il tuo smartphone, ci piacerebbe spiegare un pò di più come funziona la ricarica senza fili e quali sono i dispositivi compatibili con questa innovazione della tecnologia.

Cos’è la ricarica wireless?

Ricaricare direttamente il tuo smartphone senza avere bisogno di un apparecchio esterno sembra, fino ad oggi, un’utopia, perchè la ricarica wireless sempre ha bisogno di una base compatibile con essa.

Di solito, questo caricabatterie wireless (o base di ricarica) non è presente nella scatola originale degli smartphone che includono questa tecnologia, così che dobbiamo acquistarlo separatamente.

La base di ricarica verrà collegata ad un caricatore da muro e l’energia arriverà a questa attraverso un cavo convenzionale, dopo, si trasferisce attraverso un campo elettromagnetico in forma di onde. Il pezzo pregiato di questa energia sono gli avvolgimenti che ci sono sia nella base che nello smartphone: è dove veramente si trasferisce e trasforma l’energia.

Il punto negativo del funzionamento della ricarica wireless è la velocità di ricarica. Il fatto di dover trasformare due volte l’energia fa che si perda forza, riducendo così la velocità di ricarica del tuo smartphone. Per quello, è sempre  meglio usare la ricarica attraverso cavo, soprattutto se il tuo smartphone supporta qualunque modalità di ricarica rapida.

Vantaggi e svantaggi della ricarica wireless

Facilità d’uso: ricarica il tuo smartphone senza renderti conto
No ai connettori rotti
Standard unico: addio a dover andare in giro con mille cavi!
Velocità di ricarica
Non puoi usare lo smartphone mentre lo ricarichi

Tipi di ricarica wireless: Induttiva e a risonanza

La standardizzazione delle nuove tecnologie è sempre molto simile. Nei primissimi momenti, sorgono vari protagonisti nel mercato, che si rendono conto al poco tempo dell’assenza di domanda sufficiente per soddisfare tutti. Poco dopo, inizia la centralizzazione fino a rimanere unicamente uno o due brand.

Ed è esattamente questo quel che è successo con lo standard di ricarica wireless. All’inizio questo tipo di ricarica aveva due contendenti principali: Wireless Power Consortium da una parte e Power Matters Alliance dall’altra.

Infine, a metà del 2015 hanno deciso di unire le loro forze e di condividere patenti e anche conoscenze. Il risultato era abbastanza prevedibile: è rimasto Qi come lo standard dominante nel mondo della ricarica wireless, in questo caso del tipo induttiva. Fino ad oggi è lo standard supportato dalla maggioranza degli smartphone, come per esempio il Samsung Galaxy S8 e l’iPhone X.

Non è l’unico, certo, ma è il principale. Un’altro che rimane ancora è il PMA, purtroppo attualmente sono pochi i brand che puntano su di questo standard.

Lo standard Qi usa la ricarica elettromagnetica induttiva, diversa da quella a risonanza.

Questa tecnologia è molto più sicura perchè lo smartphone e la base di ricarica devono stare troppo vicini, in effetti, stanno in continuo contatto. Questo riduce sostanzialmente i rischi elettrici a zero.

Grazie al fatto che i brand hanno accolto Qi come lo standard preferito, ora si può usare un caricabatterie per ricaricare sia un Samsung che per ricaricare un iPhone.

La ricarica a risonanza magnetica permette di inviare energia fino ai 7 cm di distanza. Qual’è il problema? Uno molto evidente: la stabilità e la sicurezza. La sfida è molto più complessa rispetto a quello della ricarica tipo Qi Wireless, motivo per cui molti brand non puntano su di questa tecnologia.

Come funziona la ricarica wireless Qi?

Lo standard Qi, per funzionare, fa uso della induzione magnetica.

Quando non c’è uno smartphone vicino, la base si disattiva. Per trovare uno smartphone manda costantemente impulsi elettrici per vedere se c’è qualche dispositivo Qi vicino e appena lo trova, si attiva.

Attraverso il magnetismo, la base crea delle piccole oscillazioni (vibrazioni) che, a sua volta, creano un campo elettromagnetico negli avvolgimenti di rame che hanno sia l’emittente che il ricevente (base/smartphone). Questo avvolgimento di rame è connesso alla batteria del dispositivo attraverso di vari pin, in modo di trasmettere l’energia.

Come funziona la ricarica wireless
Come funziona la ricarica wireless

Tutto questo può riassumersi in:

  • Il caricabatterie o base di ricarica converte l’elettricità in corrente alternata di alta frequenza.
  • Questa corrente alternata o AC crea nella base un campo elettromagnetico con una determinata zona di azione.
  • Quando entra l’avvolgimento dello smartphone o dispositivo ricevente all’interno di quel campo, l’energia passa e la batteria inizia a ricaricarsi.

La potenza fornita dai caricabatterie wireless è di solito maggiore rispetto a quella dei caricabatterie con cavo.

Questo non significa che i caricabatterie wireless ricaricano più velocemente i dispositivi, ma sì che hanno bisogno di più energia e, perciò, sono più inefficaci, perchè si crea più calore e si perde anche di più energia. I caricabatterie dell’iPhone 8 supportano fino a 7,5W mentre che lo standard Qi può raggiungere i 15W.

Caratteristiche di un caricabatterie wireless Qi

Di seguito, conosceremo le caratteristiche che dovrai avere in considerazione al momento di acquistare un caricatore wireless, in modo di conoscere al meglio il loro funzionamento:

Caricabatterie e cavo per la base di ricarica

Come vi abbiamo detto prima, con la ricarica wireless non abbiamo bisogno di cavi per ricaricare lo smartphone, ma il caricabatterie wireless deve collegarsi ad una fonte di energia per poter funzionare. Per cui, abbiamo bisogno di un caricatore USB e di un cavo micro USB per collegare la base di ricarica.

Comunemente, il caricabatterie wireless non è incluso ma il cavo di ricarica si. Per quello, quando dovrai scegliere un caricatore, dovrai pure prendere in considerazione la potenza capace di fornire.

Caricatore wireless con ingresso microUSB a 2A
Caricatore wireless con ingresso microUSB a 2A

Ad esempio, se la base di ricarica ammette fino a 2A dovrai usare un caricatore che sia capace di fornire quella corrente elettrica in modo che il tuo smartphone non si ricarichi troppo lentamente su quella base.

Come ricarico lo smartphone?

Per ricaricare lo smartphone, basterà semplicemente poggiarlo sulla base di ricarica e questo inizierà a ricaricarsi automaticamente. Il caricabatterie wireless ha una luce LED di notifica che indica quando il dispositivo è in ricarica e se è ben posizionato sulla base.

Ricarica wireless rapida (10W) e standard (5W)

Anche se la ricarica wireless è più comoda ha un problema: la velocità di ricarica è più lenta rispetto a quella del cavo. Ogni caricatore wireless fornisce una potenza di 5W (5V a 1A) mentre che i caricatori USB forniscono come minimo 10W (5V/2A) e quelli Quick Charge 3.0 fino a 18W.

Caricatore wireless con ricarica rapida
Caricatore wireless con ricarica rapida

Ora però, ci si possono trovare dei caricabatterie wireless con tecnologia di ricarica rapida capaci di fornire fino a 10W agli smartphone compatibili con la tecnologia Quick Charge. Ricordati che in questi casi dovrai collegare la base di ricarica ad un caricatore Quick Charge 3.0.

=>Puoi dare un’occhiata al nostro elenco di caricabatterie USB con ricarica rapida consigliati.

Migliori caricatore wireless Qi (gennaio 2018) 🚩

Una volta spiegato tutto quello che devi sapere sulla ricarica wireless e conoscere i dispositivi compatibili con essa, vi consigliamo il nostro elenco aggiornato con i migliori caricabatterie wireless Qi trovati su Amazon. Se hai qualche dubbio, lascialo nei commenti!

Migliori power bank wireless Qi

I power bank con ricarica wireless stanno anche arrivando al mercato, offrendo un ricarica 2 in 1: ricarica wireless e ricarica a cavo. Alcuni power bank permettono anche di ricaricarsi senza fili, anche se vi consigliamo di ricaricarlo attraverso il cavo per poter ricaricarlo più velocemente.

Abbiamo scelto i migliori power bank wireless che potrai trovare attualmente su Amazon:

Lascia un commento