I migliori caricabatterie solari per cellulari – Guida all’acquisto

I nostri cellulari sono diventati fondamentali per comunicarci, studiare o lavorare. Continuamo ad essere in attesa di quella batteria interminabile che finisca con l’esagerata dipendenza della batteria dei nostri dispositivi elettronici. Mentre aspettiamo che arrivi quel giorno, una delle maniere per poter avere il nostro cellulare carico tutte le volte che vogliamo è attraverso l’uso di un caricabatterie solare.

Prima di presentare la nostra lista con i migliori caricabatterie solari per cellulare, andiamo a conoscere con maggiori dettagli questo accessorio e le sue caratteristiche.

Altre guide all’acquisto che possono interessarti:

Altri tipi power bank dei quali potrai avere bisogno:

Perché dovresti comprare un caricabatterie solare?

Ovviamente siamo davanti ad un prodotto utile per tutte quelle persone che viaggiano, fanno escursioni, trekking… dato che per la sua misura compatta e il suo uso pratico, é la soluzione per chi cerca un caricabatterie solare.

Dipendendo solamente dal sole, è possibile risparmiare tempo per caricare il vostro cellulare o altri dispositivi (macchine fotografiche, altoparlanti…) mentre vi spostate da un lato all’altro con il caricatore solare sulle vostre spalle, senza avere bisogno di una presa, perciò é piú attraente per gli utenti.

Il piccolo inconveniente in questo tipo di caricatori, è fondamentale sapere che la maggior parte non includono una batteria interna (come i power bank), perciò si raccomanda un’esposizione corretta dai raggi solari sui pannelli del caricabatterie solare affinchè la carica del cellulare sia piú rapida.

cargador solar guia de compra usos 

Come funziona un caricabatterie solare?

Un caricabatterie solare è formato da uno o più pannelli solari portatili. Ogni pannello solare pieghevole è composto da piccole celle fotovoltaiche, solitamente di silicio (materiale adatto per trasmettere elettroni) essendo anche monocristallino di alta qualità o policristallino, di minore quantità e risultati minori.

celdas fotovoltaicas panel solar guia de compra

Una delle più grandi limitazioni che offrono questi pannelli solari, oltre al materiale che viene adoperato per fabbricarlo, è la poca quantità di energia che contengono dentro di ogni singola cella.

Per questo motivo, si dovrebbero utilizzare pannelli di grandi dimensioni (il quale sarebbe poco pratico nel nostro caso) o, quello che si fa normalmente, collegare molti piccoli pannelli in parallelo, per poi aprirsi per catturare la maggior quantità di radiazione solare.

Tipi di pannelli solari: monocristallini vs Policristallini

Quando dobbiamo deciderci per un pannello solare, la maggior parte degli utenti si pongono questa domanda: qual è il migliore? Se vogliamo saperlo, bisogna sapere che la prestazione di un pannello solare diminuisce quando aumenta la temperatura.

Pannelli Monocristallini:

Sono quelli che attirano piú radiazioni avendo a che fare con una cella di colore più scuro. Per questo motivo è più raccomandabile nei giorni nuvolosi o con radiazioni basse.

Pannelli Policristallini:

Hanno un colore piú azzurrognolo e puó raggiungere temperature molto basse, cosí che si ha una minore perdita di prestazione e si raccomanda per i giorni soleggiati.

panel monocristalino vs policristalino

Non esiste, quindi un pannello solare perfetto per tutti i giorni. Se realizziamo una media annuale avremo un rendimento migliore in un pannello solare monocristallino nei mesi in cui, per fare un esempio, si hanno radiazioni solari basse e peggiori nei mesi di  radiazioni molto alte.

I caricatori solari delle marche che raccomandiamo lavorano con pannelli monocristallini del fabbricante SunPower che possiede un’efficenza nei suoi pannelli superiore del 20%.

Quindi, quando dobbiamo deciderci per un caricabatterie solare, l’importante è cercare quello che abbia il miglior prezzo, qualità e utilizzo, senza dare molta importanza se il pannello è fatto di un materiale o d’ altro.

Per quanto riguarda la potenza (W), quale caricabatterie solare mi conviene comprare?

Più grande è la potenza in uscita del caricabatterie solare, più velocemente si caricheranno i dispositivi collegati, dato che le porte USB avranno una maggiore capacità per soddisfare la richiesta di energia di ogni dispositivo collegato.

Tuttavia, bisogna fare attenzione a due fattori importanti:

I dispositivi che utilizzerai con il caricabatterie solare

È la prima domanda che dovreste farvi e avere chiara: quali e quanti dispositivi pensate di utilizzare con il caricabatterie?

È importante saperlo perché i prezzi dei caricabatterie solari variano molto secondo la potenza che è capace di fornire.

Cioè, se dovreste caricare 2 o 3 dispositivi alla volta dovreste comprare un caricabatterie solare con una potenza piú alta. Al contrario, se il suo uso é sporadico e per un solo dispositivo come un cellulare, un caricatore di 15-20 W sarebbe più che sufficente per una carica veloce.

Come incidono i raggi del sole sul pannello solare

Ipotizzando un giorno soleggiato, per avere una buona prestazione e, quindi una maggiore potenza in uscita, bisogna collocare i pannelli solari in maniera che i raggi incidano perpendicolarmente su di loro.

cargador solar exposicion rayos

I migliori caricabatterie a energia solare (Luglio 2018) 🚩

Una volta conosciuti in profondità tutto quello che ha a che vedere con i caricabatterie solari, vi presentiamo la nostra selezione dei migliori caricabatterie solari che potrai trovare su Amazon a oggi.

Last updated on 21/07/2018 13:41

Power Bank Solare: vantaggi e inconvenienti rispetto a un caricabatterie solare

Vantaggi: flessibilità

Utilizzando un power bank con pannello solare potrete immagazzinare l’energia solare in una batteria interna e, successivamente, utilizzarlo per caricare il dispositivo. Come vedete, questo permette una maggiore flessibilità che con un caricabatterie solare, con il quale dovreste collegare nello stesso tempo il dispositivo da ricaricare durante l’esposizione solare del caricatore.

Inconvenienti: potenza e tempo di carica

1) L’inconveniente delle batterie solari esterne è il suo tempo di carica, il pannello solare che incorporano è molto piccolo, cioè hanno un’area d’esposizione solare ridotta che implicherebbero molte ore per una carica completa della batteria, nonostante si possa anche ricaricare come qualsiasi power bank attraverso la porta micro USB.

powerbank solar carga

Questo problema capita quando dovete ricaricare un dispositivo con il power bank attraverso il suo pannello solare:

2) Se il power bank non ha energia immagazzinata nella batteria e dovete caricarlo con il “mini” pannello solare, allora il tempo per caricare il dispositivo sarà molto più grande che con un caricabatterie solare che, come abbiamo commentato prima, è il motivo per il quale si utilizzano alcuni pannelli solari di grandi dimensioni e forniscono una potenza maggiore (W).

Quindi, dal nostro punto di vista, i power bank solari si devono utilizzare come un power bank normale, cioè deve essere ricaricato tutte le volte che potete con la porta micro USB e, eccezionalmente, utilizzare il suo pannello solare.

recensione power bank solari

Se quello che cercate è caricare il vostro dispositivo con energia solare, allora vi raccomandiamo di usare un caricabatterie solare disegnato specialmente per questo.

Aggiornamento

Abbiamo trovato questo modello del marchio X-Dragon che include 4 o 5 pannelli solari pieghevoli riducendo in questo modo il tempo della ricarica solare, a differenza degli altri power bank che solo includono un mini pannello solare.

caricabatterie solare con pannelli solari

Finalmente un caricabatterie portatile che include vari pannelli solari!

I migliori power bank solari (Luglio 2018) 🚩

Anche se siamo più favorevoli a usare un caricabatterie solare, abbiamo anche voluto fare un elenco con i migliori power bank solari che si possono trovare su Amazon:

Questo è il nostro elenco attuale per il mese di Luglio 2018. Ricorda pure che puoi visitare i power bank solari più venduti su Amazon qui. 

(6) Commenti

  1. Buonasera,

    Grazie mille per la vostra eccellente spiegazione, dopo la quale ho deciso di puntare sui caricabatterie solari.
    Viaggio molto all’Africa (troppo sole) e avrei bisogno di acquistare un pannello capace di ricaricare un Macbook air 13’ del 2017 con un adattatore di corrente da 45W, un cellulare (1W) e a volte un tablet (2,1W). Devo allora acquistare uno che superi quella capacità? 45+1+2,1=48,1W?

    Dal vostro articolo capisco che uno da 60W (Suaoki 60W) li ricaricherebbe più velocemente che uno inferiore, ma, se comprassi uno da 36W (iMuto 36W) si rovinerebbe la batteria del portatile o solo la velocità di ricarica sarebbe minore?

    E, se comprassi uno da 80W si rovinerebbe la batteria del portatile o solo la velocità di ricarica sarebbe maggiore? L’adattatore da AC a Magsafe 2 penso sia facile di trovare. Vi ringrazio da subito perché ci aiuterete molto con il nostro lavoro lì dove l’elettricità non c’è la maggior parte del tempo.

    Grazie.

    • Ciao Aurora!

      Grazie per il tuo commento! Certo, in Africa il sole non manca 😛

      Ti spiego, la potenza indicata in ogni caricabatterie, per esempio, Suaoki 60W, significa la massima potenza capace di fornire quel caricabatterie, cioè, se colleghi vari dispositivi ALLA VOLTA che richiedono una potenza totale da 50W allora questo caricatore sarebbe capace di ricaricare ogni dispositivo collegato alla massima potenza (Supponendo che tutte le condizioni solari siano favorevoli e i pannelli siano messi bene).

      Invece, se i tuoi dispositivi richiedono di una potenza maggiore, ad esempio 80W, alcuni dei dispositivi collegati si ricaricheranno a una velocità minore perché il caricatore Suaoki fornisce come massimo 60W.

      E RICORDATI CHE QUESTO APPLICA SOLO PER I MOMENTI IN CUI RICARICHI VARI DISPOSITIVI ALLA VOLTA. Se ricarichi uno a uno non ne hai bisogno di così tanta potenza.

      D’altronde, se vuoi ricaricare anche il Macbook ti consiglierei di acquistare il Suaoki da 60W perché ha una porta di uscita DC per ricaricare portatili. Altri non includono questa porta perché non sono ideati per questo tipo di dispositivi ma si per quelli di minor potenza che usano la porta USB come smartphone, tablet, smartwatch.

      Non ti rovinerà il portatile un caricabatterie da 80W, come detto prima, potresti ricaricare più dispositivi alla volta senza perdere velocità, questo grazie alla sua capacità di raccogliere più energia e “ridistribuirla” in un modo migliore.

  2. Buon pomeriggio,

    Ho letto tutto l’articolo e sono ancora confuso. Io voglio semplicemente ricaricare qualche volta il mio portatile. Secondo quel che ho letto, ha bisogno di una tensione da 20v a 3,25a. Qual’è il caricatore più piccolo che posso comprare?

    Sto vedendo che il Suaoki da 60W è molto grande e voglio portarlo sulle spalle nello zaino. Vedo anche che è meglio se ha una batteria all’interno.

    Quale mi consigliate????

    Complimenti, mi piace un sacco la vostra pagina.

    • Ciao Giovanni,

      Se vuoi ricaricare un portatile con un caricabatterie portatile solare devi sapere che ne hai bisogno di molta energia, per cui ne hai bisogno di uno che abbia vari pannelli e grande capacità da poter fornire quello che chiedi. Dei modelli consigliati che abbiano porte di uscita USB e DC (per i portatili) hai il iMuto da 36W e il Suaoki da 60W.

      Ci sarebbe però un problema, perché entrambi ricaricano a 18W e il tuo portatile, da quello che ci dici, si ricarica a 20W…

      Ti dò varie opzioni:
      1) Una possibile soluzione è acquistare un caricabatterie solare e un power bank per ricaricare portatili, come questo. In questo modo potresti ricaricare il power bank per dopo ricaricare il portatile. Il problema è che non servirebbe a molto, perché devi aspettare la ricarica attraverso il pannello solare per poi ricarica l’altro power bank… e il prezzo salirebbe molto…
      2) Hai mai pensato di usare un inverter per ricaricare il tuo portatile? Se viaggi in macchina sarebbe l’ideale.
      3) Siccome sarebbe un uso non frequente, potresti come ultima opzione, lasciare da parte quell’idea e non spendere senza il bisogno.

      Speriamo di essere stati utili, qualsiasi cosa ci dici!

  3. Ciao, vorrei sapere perché non consigli di usare un POWER BANK SOLARE se questo si può ricaricare attraverso l’elettricità e il sole, o ci mette molto tempo?
    Vorrei sapere se il funzionamento del POWER BANK SOLARE è lo stesso del caricatore solare?

    • Ciao Aldo,

      Guarda che un power bank solare è molto più piccolo rispetto ai caricatori solari, per cui l’aria nella quale si ottiene l’energia solare è minore e questo aumenta il tempo di esposizione per ottenere una ricarica al completo del power bank.

      Il vantaggio dei power bank rispetto ai caricatori è che i primi includono una batteria all’interno che permette di salvare l’energia e usarla dopo quando ne avrai bisogno. Puoi ricaricarlo di due forme:

      Attraverso un cavo USB come qualunque cellulare.
      Attraverso la luce del sole (anche se questa non è una opzione molto buona perché ci mette molto tempo a ricaricarsi).

      Invece, il caricatore funziona unicamente per ricaricare i dispositivi mentre questi siano collegati e i pannelli del caricatore siano messi alla luce (il caricabatterie del marchio dodocool è l’unico capace di salvare energia per utilizzarla dopo).

Lascia un commento